Storia

Nel Settembre del 1920, presso l’albergo “Al Cervo”, ad opera di 54 soci viene fondata la Società Canottieri Timavo. La prima imbarcazione è una “Jole” a quattro” acquistata dalla Ginnastica Triestina e denominata “Piave”. Viene ricoverata in un capannone del cantiere navale in attesa di una sede che viene inaugurata nell’Agosto 1921 col battesimo di due nuove imbarcazioni: “Timavo” e “Isonzo”, rispettivamente “jole quattro e a due”. Nello stesso anno la Società viene affiliata al Reale Rowning Club Italiano, l’attuale F.I.C.

Nell’Agosto del 1923 arrivano per la Timavo i primi titoli italiani: primo e secondo posto nella “jole a due” e poi la vittoria con i due equipaggi Genzo, Privileggi, Montegnacco, Grio con timoniere Martinelli riuniti su un unico armo denominato “Anima e Corpo”. Nel 1925 “Anima e Corpo” si aggiudica a Santa Margherita Ligure la Coppa della Regina. Nel Settembre dello stesso anno l’equipaggio della Timavo viene inviato al campionato europeo di Praga in rappresentanza dell’Italia e ne ritorna vincitore.

 

Gli anni Trenta del secolo scorso sono un periodo travagliato per la giovane società. Nel 1931 viene costruito un capannone più grande con ricorso ad un mutuo, al quale però la società non riesce a far fronte. La Timavo rischia il fallimento ma, grazie anche alla solidarietà delle società consorelle che disertano l’asta per l’acquisto delle imbarcazioni e attrezzature si salva.

Nel 1939 per concessione del Cantiere navale viene costruito un nuovo capannone e l’attività riprende con il nome di Dopolavoro Canottieri Timavo. Negli anni della guerra l’attività agonistica si ferma e il 16 maggio 1943 la Società si trasferisce nella sede attuale di Via dell’Agraria 52. Alla fine della guerra, per salvaguardare le atrezzature, la sede viene messa a disposizione del comando neozelandese con reciproca soddisfazione: i militari si allenano alla mattina, i soci e atleti della Timavo escono al pomeriggio; gli ufficiali neozelandesi fanno riparare le imbarcazioni a proprie spese.

Nel 1948 sfugge per poco la partecipazione alle Olimpiadi di Londra a favore di un equipaggio di Varese. Nel 1949 ad Amsterdam il “quattro con” della Timavo vince il titolo europeo in rappresentanza dell’Italia, con l’equipaggio formato da Bobig, Giurissa, Delise, Tagliapietra, timoniere Suzzi.

 

 

 

Nel 1970 nasce la sezione canoa, affiliata alla F.I.C.K., che negli anni ottanta conquista diversi titoli italiani.

Attualmente la Società svolge attività di promozione dello sport e continua a raccogliere prestigiosi successi su tutti i più importanti campi di gara. La Società dà la possibilità a tutti i soci di dedicarsi alla pratica del canottaggio e della canoa, sia a livello ricreativo che agonistico. Una consolidata collaborazione con i principali plessi scolastici si e trasforma in un’importante attività di promozione dello sport, dando la possibilità alla Timavo di formare giovani talenti e futuri campioni. Negli ultimi decenni la Società ha sviluppato anche un’importante attività diportistica, offrendo ai suoi soci una qualificata disponibilità di posti barca, in questo modo la divulgazione delle attività e degli sport nautici si è ulteriormente migliorata.

Lascia un commento